Opere D'arte   >   Cinzia Bresciani   >   Civettuola città

Civettuola città

Civettuola città 2020, La giovane e la città il suo Duomo è chiaramente riconoscibile un binomio perfetto

Civettuola città
Civettuola città
Civettuola città
Cinzia Bresciani
Brand
CIVETTU
MPN
EAN
65 x 90 x 3
Dimensioni
fino a 2 Kg
Peso
entro 7 giorni lavorativi
Consegna
GRATUITA
Spedizione

€ 455,00

prezzo finale (iva inclusa)

offerta scaduta

questo prodotto al momento non è disponibile

Caratteristiche

La giovane e la città il suo Duomo è chiaramente riconoscibile un binomio perfetto un parallelo di bellezze e armonie di attrazione. Civettuola la giovane che con passo di danza volteggia e mostra la sua bellezza e la sua provocazione. Lo stesso fa la bella Milano che attrae milioni di turisti con la sua cattedrale e il suo eterno fascino modaiolo. La tela e dipinta in color oro proprio per risaltarne la sua preziosità. Pezzi di giornale completano l' opera parlando di cultura e spettacoli.

Specifiche

Acrilico su tela tecnica mista 65x90 anno 2020

Informazioni sul brand

Eclettica, estroversa e piena di iniziativa, si iscrive a vari concorsi e non disdegna il suo ingresso nel mondo della pittura ein plein air con le estemporanee che la vedono protagonista e pluripremiata. Seguita poi dal prof. Gianni Lollis, presidente della società Belle arti di Verona, pian piano il suo stile si identifica sempre più e la sua sensibilità la porta ad avvicinarsi a quella pittura che parla al cuore. Le sue donne con gli ombrelli, i cappottini corti e stivaloni che sorridono e civettano invitando lo spettatore in un gioco di sensualità e mistero.

La donna di Cinzia Bresciani è disinvolta e protagonista del suo tempo, ama abbinarsi a tutti i mezzi di trasporto come la vespa, l’auto e i treni che arrivano e partono lasciando sempre un fondo di nostalgia. Donne che passeggiano raccontando loro stesse sotto un ombrello, sì, perché la sua donna ama la pioggia che le crea intimità e si sente protetta sotto la "casetta" come gioco di bimba. Si racconta, si chiede, si risponde e dialoga tra sé con tenerezza, si confida in un momento di nostalgica felicità. Un ossimoro che ben definisce il contrasto interiore che la pervade.

Cinzia Bresciani

Condividi con i tuoi amici

Potrebbero interessarti