studi architettura   >   progettazione interni

Progettazione d’interni: attico maggiolina

scoprire la magia di un attico molto luminoso dove la geometria delle linee segna il passaggio da una zona all’altra. Toni chiaroscuri e percorso tematico con le opere di Nowart.
Progettazione d’interni: attico maggiolina

La soluzione proposta nell'Attico Maggiolina mantiene inalterata l'ampiezza dell'ambiente principale, ma lo divide in più zone grazie a un sapiente gioco geometrico di linee nette e decise. Una libreria divisoria e una particolare attenzione per i quadri di un artista contemporaneo.

Le richieste del committente erano molto semplici: organizzare gli spazi per le esigenze di una famiglia di cinque persone. La zona giorno è ampia, luminosa, giocata sui contrasti chiaro-scuri, con geometrie evidenti che segnano gli spazi. Una parete leggera, a mò di libreria, separa il living dallo studio. La cucina è lasciata a vista, integrata al resto del living.

I clienti da subito hanno chiesto di considerare l'inserimento di quadri dell'artista Arnaud Rabier (Nowart), celebre per i colori accesi delle sue opere, ed ecco che la casa diventa, con i suoi toni neutri, il palcoscenico ideale per la potenza delle opere dell'artista.

Sono stati commissionati a Nowart tre dipinti per le tre posizioni importanti: la sala, la parete finale di un lungo corridoio e la camera da letto matrimoniale. In collaborazione con lo studio di architettura e l'artista abbiamo proposto di sviluppare un percorso tematico particolarmente caro all'autore, ovvero quello di Vincent van Gogh, importante punto di riferimento sia per la tecnica pittorica che per i soggetti rappresentati.

Nella sala una riproposizione del celebre autoritratto di Van Gogh, che emerge su un fondale trattato come un muro di street art. Nel corridoio un rifacimento del quadro "Vaso di Iris", dove ai fiori originari sono state mescolate le carnose margherite, cifra e firma di Nowart.

Nella camera da letto il dipinto "Campo di grano con volo di corvi" di Van Gogh si trasforma in un murales urbano dove alle pennellate originarie si sostituiscono le scritte con i nomi dei due artisti. Il murales si trova in un contesto urbano, probabilmente una cupa periferia di Parigi, e spicca per il contrasto di colore e di ambientazione.

Progetto architettonico: Nomade Architettura, arch. Selina Bertola
Consulenza artistica: Vera Canevazzi
Render: Nomade Architettura
Artista: Arnaud Rabier detto Nowart
Anno: 2018
 

Condividi con i tuoi amici